Acm all'assalto dell'Empoli per restare in B


Con le ossa rotte ma con la salvezza in pugno. E’ così che il Mantova si presenta alla decisiva sfida odierna con l’Empoli candidato ai playofff, alle 16 al ‘Martelli’. La rifinitura sostenuta ieri a porte chiuse non ha portato sostanziali novità, se non il fatto che Iacopo Balestri, che mister Somma ha individuato per il ruolo di terzino sinistro, non è al meglio e potrebbe non reggere l’intera gara in programma alle 16 di domani, in casa contro l’Empoli. Gara fondamentale per la permanenza nel torneo cadetto. Locatelli è recuperato. Riepilogando: davanti al portiere Handanovic, difesa con Salviato a destra, Sacchetti e Franchini inedita coppia centrale, Balestri a sinistra. Linea mediana con Grauso e Spinale; D’Aversa non è al meglio ma è convocato e va in panchina. A centrocampo Somma gioca la carta della qualità con Marchesetti, Locatelli e Sedivec, a supporto dell’unica punta di ruolo Godeas. Convocati Creati, Mendy ed il difensore centrale Pizzuti, classe 1990, l’ultimo difensore rimasto in rosa, dopo i forfait di Notari, Cristante, Fissore e Rizzi, oltre a Tarana. L’escluso dall’undici titolare è Corona, che Somma potrebbe impiegare addirittura quale centrale difensivo nel corso del match, se Balestri alla distanza non dovesse farcela, con spostamento di Franchini a sinistra. Mantova-Empoli è diretta dall’arbitro Celi di Campobasso con il quale l’Acm vanta due succssi ed un pari. Al ‘Martelli’ i toscani hanno colto una sola vittoria in otto tentativi, nella disgraziata stagione ’90-91, conclusasi per il Mantova con la retrocessione in C2.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *