Mantova, a Piacenza imperativo vittoria


Un’occasione d’oro, forse irripetibile per chiudere definitivamente i conti con una stagione sofferta e dai mille intrighi. Una gara da vincere a tutti i costi per il Mantova, quella di oggi ore 16 al ‘Garilli’ di Piacenza, onde evitare di prolungare la sofferenza sino all’ultimo turno. Sarà un Piacenza rilassato e dunque sereno o distratto e per questo meno motivato, dall’alto dei suoi 52 punti che lo confermano aritmeticamente in serie B anche per la prossima stagione? E sarà un Mantova remissivo o determinato, come raramente lo è stato in questo campionato, tanto più lontano dal ‘Martelli’? Dalla rifinitura non giunge alcuna sostanziale per quanto concerne l’undici anti-Piacenza. In vista della gara che vale una stagione Mario Somma ufficializza l’undici che ha giocato e convinto sabato scorso con l’Empoli, pur protagonista di un finale sfortunato. Dunque Handanovic tra i pali, difesa con Salviato, Sacchetti, Franchini e Balestri da destra a sinistra, linea mediana supportata da D’Aversa e Spinale, centrocampo con Marchesetti, Corona e Sedivec, quest’ultimo rientrato dal leggero affaticamento di ieri, davanti all’unica punta Godeas. In panchina Cristante, Locatelli ed i recuperati dell’ultima ora Bellodi, Rizzi e Caridi. Convocati anche i giovani Pizzuti, Creati e Coppari. A casa rimasti i soli Notari, Fissore e Tarana. Intanto si prepara un vero esodo per la città emiliana nella gara che vale una stagione: i tifosi virgiliani a Piacenza dovrebbe superare il migliaio di unità. Piacenza-Mantova sarà diretta dall’arbitro Marelli di Como, con il quale l’Acm vanta un successo, tre pari ed una sconfitta. Piacenza evoca inoltre piacevoli ricordi: dalla vittoria nello spareggio per la C1 , ottenuta ai rigori sull’Ospitaletto, l’8 giugno 1986, ai successi per 3-1 di tre stagioni fa, che proiettarono il Mantova in vetta alla B, per finire allo storico 4-3 di due anni fa, quando i piacentini conducevano addirittura per 3-0. Ed oggi, il Mantova è intenzionato a riscrivere la storia. A suo vantaggio, naturalmente.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *