Mantova, al via il torneo del rinnovamento


Una manciata di ore ci separa dall’inizio del campionato di serie B 2009-10 e dall’esordio stagionale del Mantova, questa sera – ore 20,45 – al ‘Martelli’ con la Triestina, per quello che è il quinto torneo cadetto consecutivo per società e città virgiliana. C’è molta curiosità attorno al complesso biancorosso, decisamente ringiovanito rispetto al recente passato e alleggerito dalla presenza dei vari Godeas, Corona, Sacchetti, Cristante, Balestri e Passoni, che hanno caratterizatto tra alterne fortune in questi anni il cammino dell’Acm. Si riparte anche da un tecnico debuttante nella cadetteria, qual è Michele Serena e dalla supervisione in società di Paolo Poggi, uno dinanzi al quale i tifosi biancorossi dovrebbe sempre togliersi il cappello. Ogni allenatore porta con sé le proprie abitudini e tra quelle di Serena c’è il mistero formazione, che alimenta le ipotesi più disparate. Provando a fare 6 al Superenalotto ci sentiamo di benedire questo schieramento iniziale, con la certezza quasi assoluta di essere smentiti dai fatti, al fischio d’inizio, questa sera, sul manto erboso del ‘Martelli’. Bellodi tra i pali, linea difensiva con Esposito, Notari, Fissore e Rizzi, centrocampo con Tarana, Spinale, Carrus e Marchesetti, coppia d’attacco formata da Abate e Caridi, sempre in attesa di novità dal mercato e di quella prima punta che il nuovo arrivato Cavalli, per caratteristiche tecniche, non può improvvisarsi ad interpretare. Andrà in panchina con altri personaggi in cerca di riscatto, come ad esempio Grauso, mentre i giovani Salviato, Lambrughi, Cuneaz e Coppiardi aspettano la grande chance. Ai box resta, oltre agli infortunati Handanovic e Malatesta, anche l’amletico Locatelli, impiegato al minimo durante il precampionato causa lievi acciacchi fisici e protagonista di un concitato battibecco con i tifosi, nel ritiro di Asiago. Dopo le sfide di Coppa Italia a squadre di categoria inferiore – la Pro Patria – e di serie A – il Chievo, la Triestina rappresenta una delle outsider del torneo cadetto, gara arricchita dalla presenza tra i giuliani degli ex Godeas e Sedivec. Dirige l’arbitro Velotto di Grosetto, il bilancio tra Acm e Triestina negli ultimi 10 dieci incontri disputati al ‘Martelli’ è in perfetta parità: 3 successi biancorossi, 4 pari e 3 vittorie alabardate.




Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *